GUGLIELMO DANDOLO MARCHESI

Guglielmo inizia all’età di 4 anni lo studio del violino con Anna Modesti. Premiato in numerose competizioni - tra le quali il 1° Premio assoluto al “Concorso Internazionale Giovani Talenti” di San Bartolomeo, il Premio "A. Rossi" al “Concorso Internazionale Postacchini” di Fermo e il 1° Premio al “Concorso Internazionale di Maccagno” -, si perfeziona sotto la guida di Maestri di chiara fama tra cui: Oleksander Semchuk, Osvaldo Scilla, Massimo Marin, Simon Bernardini e Francesco Cerrato.
Si esibisce nella Sala Verdi di Milano come solista e in varie formazioni da camera, oltre a molti concerti con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio G. Verdi di Milano, ricoprendo più volte il ruolo di primo violino di spalla. Si diploma in violino presso il Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano con lode e Menzione d’Onore sotto la guida del Maestro Caterina Carlini. Nel 2012 vince la Borsa di studio per giovani violinisti dell’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala. Continua poi il suo perfezionamento sotto la guida del Maestro Mihaela Martin alla Musikhochschule di Colonia - dove frequenta anche la classe di violino barocco del Maestro Richard Gwilt – e del Maestro Alessandro Moccia a Gent e Lugano. Attualmente, oltre al suo impegno costante con l’Alinde Quartett, è membro stabile della Gürzenich Orchester Köln e il violinista dell'ensemble VERITÀ.

Guly%20vert_edited.jpg

Violino